Vincenzo Robortella

Intervento su Comunicazioni del presidente del Consiglio

 

Intervento del 22/04/2014

Grazie, Presidente. Volevo innanzi tutto complimentarmi con il collega Benedetto per l'ottima proposta, perché figuratevi chi è che non è d'accordo a distribuire le royalties in tutti i Comuni, però la legge 40, ricordo, come avevo già detto all'inizio di questa legislatura, nasce soprattutto per una compensazione ambientale in quei territori in cui avviene oggi l'estrazione petrolifera e quindi ci riferiamo a quei 35 comuni della Val d'Agri. 

Viene fatta questa delimitazione dei 35 comuni perché? Innanzi tutto la vicinanza al centro oli, per la compensazione ambientale e attraverso dei criteri progettuali queste royalties vengono distribuite in questi Comuni. 



Estenderle a tutti è una cosa importantissima, certo, però nel bilancio regionale, come ha anche ricordato prima il Consigliere Rosa, ricordiamo che con le royalties abbiamo finanziato la sanità, finanziamo l'Università e quindi credo che sia un bene per tutti i cittadini, finanziamo la forestazione ed abbiamo anche l'Accordo Quadro di programma infrastrutturale, che verrà appunto finanziato con i soldi delle royalties. Credo che queste misure siano già sufficienti per dimostrare, collega Benedetto, che le royalties non sono distribuite soltanto ai 35 Comuni, ma sono già distribuite largamente a tutta la regione Basilicata. 

Non trovo un criterio logico in questa proposta perché possa essere innanzi tutto da me accettata. 

E poi stiamo parlando di un tema talmente importante e talmente serio, anche con la rinegoziazione delle royalties, e anche dopo l'affermazione del Ministro Guidi, io credo che in una finanziaria non possiamo inserire una legge del genere e quindi spalmare i soldi su tutti i Comuni senza fare un'adeguata e puntuale discussione su ogni punto. 

Per questo, collega Benedetto, io credo che questo emendamento vada ritirato, per poter proporre un punto all'ordine del giorno e discuterne magari in un Consiglio successivo.

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter