Vincenzo Robortella

#FACCIAMOLOINSIEME

Home img Home img
Home img
  • Home
  • Dl Mezzogiorno, Robortella: ottima iniziativa del Governo

Dl Mezzogiorno, Robortella: ottima iniziativa del Governo

“Il decreto - legge Mezzogiorno, in attesa della conversione alle Camere, definisce strumenti concreti per il sostegno alle Regioni del Meridione. Non solo la misura ‘Resto al Sud’, con stanziamenti per i giovani imprenditori fino a 35 anni, ma anche valorizzazione dei beni non utilizzati, individuazione delle modalità per la richiesta regionale delle zone economiche speciali, sostegno ai processi di snellimento della burocrazia e riduzione della disoccupazione”.

Lo dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Vincenzo Robortella, in merito al decreto - legge 91 dal titolo “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno”.

“Da lucani – commenta il consigliere regionale – accogliamo con favore le misure messe in campo dal Governo nazionale per contribuire alla riduzione del divario, prima di tutto economico, tra Nord e Sud del Paese. Sicuramente grande attenzione ha già riscosso l’intervento denominato ‘Resto al Sud’, che prevede fino a 40 mila euro di contributo, di cui un terzo a fondo perduto e la restante parte a interessi zero da restituire in otto anni, per i giovani imprenditori dei comparti artigianato, industria e servizi. Ma all’interno del decreto - legge ci sono anche altre misure che saranno sicuramente benefiche per la nostra Basilicata”.

“In primo luogo – dice Robortella – l’allargamento anche alla platea degli imprenditori agricoli delle misure di sostegno a fondo perduto e tasso zero e, sempre con l’obiettivo di sostenere i giovani agricoltori, la banca dati delle terre agricole incolte, con i Comuni che potranno individuare aree non produttive da almeno 10 anni da affidare a giovani fino a 40 per un periodo di nove anni. Sono previsti, inoltre, 40 milioni di euro in due anni da destinare a programmi di ricollocazione dei lavoratori coinvolti da crisi aziendali”.

“Questi interventi – conclude il consigliere – si muovono nella giusta direzione di sostenere i giovani che vogliono provare a fare imprenditoria nelle regioni del Sud. Il mio auspicio è che sia possibile, in sede di conversione del decreto-legge, trovare ulteriori risorse che consentano a queste misure di divenire un vero punto di svolta per l’attenuazione del disagio lavoratori del giovani meridionali”.
 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter